POLPETTE DI ZUCCHINE

Le polpette di zucchine sono una variante delle classiche polpette di carne; si contraddistinguono per la loro consistenza morbida e il gusto avvolgente.
Il sugo al pomodoro in cui vengo cotte le polpette rende il piatto ancora più appetitoso e ideale per la scarpetta!
Si preparano con pochi semplici ingredienti e sono in ottima alternativa per far mangiare le verdure anche ai più piccoli.

 

INGREDIENTI (PER 40 POLPETTE CIRCA)

500 gr di zucchine
1 uovo
100 gr di pane
30 gr di fraina di riso
30 gr di pangrattato
40 gr di formaggio grattugiato
1 bicchiere di latte
prezzemolo
1 spicchio di aglio
250 gr di polpa di pomodoro
olio
sale e pepe

 

PROCEDIMENTO

Per prima cosa lavare e pulire le zucchine, tagliarle a rondelle e cuocerle in un tegame con un filo di olio e un po’ di prezzemolo tritato. Cuocere a fuoco medio per 15 minuti circa.
Tagliare il pane a pezzi grossolani e metterlo in una ciotola con il latte, tenere in ammollo in modo che il pane si ammorbidisca.
Togliere dal fuoco le zucchine e lasciar raffreddare.

Nel mixer unire le zucchine, l’uovo e il pane (strizzato per eliminare il latte in eccesso), tritare il tutto.
Trasferire l’impasto in una ciotola e aggiungere il formaggio grattugiato, la farina di riso, il pan grattato, salare e pepare.
Amalgamare bene gli ingredienti, prelevare un cucchiaino di impasto e formare le polpettine; adagiarle su un vassoio e mettere in frigo per 30 minuti circa per farle rassodare.

Nel frattempo preparare il sugo, in una padella scaldare l’olio con uno spicchio di aglio, quando soffrigge unire il pomodoro, salare e cuocere per 5 minuti.
Aggiungere le polpette nel sugo e cuocer e 5/10 minuti.

A questo punto le polpette sono pronte per essere servite, sono buone mangiate calde, ma nei giorni estivi sono ottime servite anche a temperatura ambiente.

 

* come formaggio grattugiato io ho usato metà dose di parmigiano e metà di pecorino romano, voi potete usare quello che più vi piace

*se non avete il pangrattato potete sostituirlo con della farina di mais

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.