PASTIERA

Uno dei tipici dolci della Pasqua è la pastiera napoletana.
Un dolce a base di frolla, ricotta e grano, ma visto che la mia ricetta è senza glutine quest’ultimo ingrediente viene sostituito con il riso.
Il ripieno è cremoso e profumatissimo questo grazie all’aroma di fiori d’arancio che rilasciano un aroma inconfondibile.
Se volete preparare la mia versione della pastiera qui trovate la ricetta!

 

INGREDIENTI (per uno stampo da 26cm)

PASTA FROLLA
250 gr di farina
100 gr di burro
100 gr di zucchero
1 uovo
scorza grattugiata di limone
1 pizzico di sale

CREMA DI RISO
150 gr di rido originario
120/130 gr di latte
20 gr di burro
scorza di limone

CREMA DI RICOTTA
250 gr di ricotta
240 gr di zucchero
3 uova
40 gr di arancia candita
estratto di fiori d’arancio q.b (io ne ho messo 1 cucchiaio)

 

PROCEDIMENTO

Preparare la pasta frolla lavorando farina, zucchero e burro quando il composto risulta sabbiato unire l’uovo e la scorzetta di limone grattugiata.
Formare un panetto, coprirlo con la pellicola e far riposare in frigo per almeno un ora.

Precuocere il riso in acqua bollente per poco più della metà del suo tempo di cottura.
Scolare il riso e unirlo in una casseruola al latte, la scorza di limone e il burro, cuocere a fuoco lento fino al termine della sua cottura (deve risultare morbido).
A cottura ultimata frullare circa metà del riso, unire al restante non frullato e far raffreddare.

Per la crema di ricotta la vorare (in planetaria o con le fruste) ricotta, zucchero, uova e l’estratto di fiori d’arancio.; infine unire le arance candite.
Quando il composto è ben amalgamato unire alla crema di riso fredda.

Stendere la pasta frolla e sistemarla in uno stampo precedentemente imburrato e coperto con carta da forno.
Riempire il guscio di frolla con la crema, lasciando un po’ di bordo.
Con la frolla rimanente formare le strisce che andranno ad ultimare la pastiera.
A piacere terminare con una spolverata di zucchero semolato sulla superficie della pastiera (si formerà una leggera crosticina).

Cuocere in forno statico preriscaldato a 230° per 15 minuti, poi abbassare la temperatura a 200° e cuocere per altri 40 minuti.

Sfornate, fate raffreddare la pastiera e servite!

 

 

 

 

*Per la quantità di estratto di fiori di arancio da utilizzare dipende un po’ anche dai gusti personali, perciò vi consiglio di metterne pochino, assaggiare e semmai aggiungerne ancora.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.